Benvenuti in Kino Music.

TIGRAN HAMASYAN

su richiesta

Con una sorprendente combinazione di jazz, minimalismo, elettronica, folk ed elementi di cantautorato… Hamasyan esplora tutte le estensioni musicali caratterizzandole con groove densi, voci eteree, un’esecuzione perfetta al pianoforte e melodie antiche. Impossibile ascoltare qualcosa di simile a questo.” —NPR Music



Per molto tempo si è parlato di giovane prodigio. Tigran è cresciuto e oggi è un artista affermato e un esponente influente della scena jazz internazionale. Dopo aver sedotto, grazie alla sua foga e originalità, musicisti come Chick Corea, Avishai Cohen e Jeff Ballard, Tigran ha saputo conquistare un nuovo pubblico, avvicinando una nuova generazione al jazz. All’incrocio fra rock, folclore armeno, metal e jazz, il pianista ventiseienne dimostra di avere tutte le qualità necessarie per essere un big.

A soli 19 anni si è trovato catapultato negli avamposti della scena musicale, con la vittoria della prestigiosa Thelonious Monk Competition (nel 2006, sotto la presidenza di Herbie Hancock). Osannato dalla scena jazz mondiale, il giovane armeno ha subito cercato di non ricadere in facili catalogazioni: dopo aver suonato per un pò con l’indimenticabile sezione ritmica dei fratelli Moutin, nel 2009 Tigran ha fondato un suo gruppo insieme ad alcuni fra i giovani turchi della scena newyorchese, e ha pagato tributo alla musica tradizionale armena così come al metal labirintico dei Meshuggah e al jazz fusion di Chick Corea. Dopo tre anni, il ragazzo ha cambiato pelle e si è ancora trasformato con l’album A Fable, spogliandosi fino all’essenziale in un duetto con il suo pianoforte. La gamma di brani è altrettanto vario: schegge di pop minimalista, melodie del suo paese natale e alcune inusuali letture di standard come Someday My Prince Will Come

Il 31 marzo 2017 la Nonesuch Records pubblica il secondo album di pianoforte solo del pianista Tigran Hamasyan, An Ancient Observer, che verrà presentato in un attesissima tournée in tutto il mondo.